La metro dell’arte

Duecento opere di artisti contemporanei, architetti del calibro di Karim Rashid, Gae Aulenti, Óscar Tusquets Blanca, direzione artistica e coordinamento di Achille Bonito Oliva. Sono le Stazioni dell’Arte, linea 1 e linea 6 della metropolitana di Napoli, un grande progetto di riqualificazione urbana che ha trasformato la subway partenopea, da semplice luogo di transito, a destinazione vera e propria, un museo obbligatorio destinato ai viaggiatori che ogni giorno attraversano la città.

Napoli barocca

La Napoli seicentesca è un luogo straordinario, fatto di eccessi e contraddizioni, di nobiltà e miseria, di cultura e folklore, di grande spiritualità, ma anche di superstizione e magia. Il barocco napoletano si rivela nel centro storico in Chiese e Palazzi, ma la sua massima espressione, cioè l’opera che ne incarna maggiormente lo spirito è il celeberrimo Cristo Velato, custodito nella Cappella Sansevero, la cui perfezione ultraterrena ha qualcosa di veramente magico.

Il sottosuolo

Un sorprendente itinerario nelle viscere della città, un punto di vista inedito e suggestivo per conoscere Napoli nel profondo. La città di sopra si riflette incredibilmente nella città di sotto. Cunicoli, gallerie, cisterne, catacombe solcano il sottosuolo di Napoli per tutta la sua estensione, raccontando in modo straordinario ed emozionante una storia lunga più di 2000 anni. Dai Greci ai Borboni, dalle catacombe cristiane ai rifugi antiaerei, Napoli sotterranea è un’emozione da non perdere.

© NAP GUEST HOUSE 2020 - Privacy policy
powered by